qualcosa da dire
Crescita personale

Ciao Mondo! Abbiamo qualcosa da dire…

Siamo in due, stiamo insieme dal 2007 e ne abbiamo passate così tante che dovevamo raccontarle a qualcuno.

Ci riteniamo “normali” perché abbiamo quel maledetto vizio di essere felici per le piccole cose. E dobbiamo dire, ragazzi miei, che dopo 37 anni di esperienza non abbiamo saputo scovare un modo migliore per essere felici.

Sì, esatto, possiamo ritenerci felici. In due. Per più di 10 anni. Pazzesco eh? Fidatevi, lo credevamo impossibile anche noi. Ecco, dicevamo… questa storia dell’essere felici ha prodotto una serie di benefici, ma come l’abbiamo raggiunta ‘sta felicità?

  1. Abbiamo rinunciato alla perfezione, ma non al migliorarci costantemente, ascoltandoci
  2. Abbiamo preso diversi calci in faccia dalla vita. E tanti ancora arriveranno. Alcuni ancora fanno male, ma alla lunga ci hanno insegnato ad apprezzare le cose più semplici. Ad esempio se la mattina ti alzi con le tue gambe e riesci a gonfiarti i polmoni di aria fresca, devi già considerarti fottutamente fortunato
  3. Non abbiamo bisogno di mega show online/offline su quanto la nostra vita è perfetta. Prima di tutto, perché la perfezione non esiste. Secondo, perché la nostra prima preoccupazione, quando stiamo vivendo un bel momento, è godercelo come pazzi, ora, insieme. Il resto è un optional: se c’è tempo, e ci ricordiamo, si fa.
  4. Sappiamo che puoi pensare che questo blog e il nostro account Instagram contraddica in qualche modo il punto 3. Ma in realtà condividiamo non per “apparire”, ma perché siamo convinti che forse, ciò che rende felici noi, può rendere felice qualcun altro. Perché se crediamo in un valore, e ci crediamo in tanti, possiamo cambiare in meglio le nostre vite e quelle di chi verrà dopo. Perché condividere una foto di “quanto sono felice durante la mia vacanza al mare” è diverso dal condividere “ecco come ho fatto a mettermi da parte i soldi per la vacanza al mare, così ci puoi andare anche tu”.
  5. Siamo sempre partiti da zero: dal lavoro, alla fila all’anagrafe per il rinnovo di un documento. Zero calci in culo, zero raccomandazioni, zero zii americani col ranch. Siamo figli di genitori normalissimi (due normali, appunto), col conto in banca sempre un po’ rossiccio. Di conseguenza nel farci sempre il mazzo da soli abbiamo imparato tanto, ma così tanto, che non possiamo non condividerlo con è nella nostra stessa situazione.

Non sappiamo se questi 5 punti funzioneranno anche per te. Quello che possiamo dire è che tutto quello che pubblicheremo qui e su Instagram ne sarà ispirato. Se ti va, seguici e lasciaci la tua: sarà un bel viaggio, ma farlo insieme sarà ancora più bello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *